Agevolazioni fiscali

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

La Legge di Stabilità 2017 ha prorogato fino al 31/12/2017, nella misura del 65%, la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

La normativa riguarda in egual misura anche gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli riguardanti le singole unità immobiliari di cui si compone il condominio.

Le agevolazioni inserite nella nuove Legge di Stabilità riguardano inoltre:

  • acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative
  • gli interventi realizzati durante l’intero anno solare 2017 dagli Istituti autonomi per le case popolari su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

 

In cosa consistono le agevolazioni?

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico consistono in detrazioni IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) o IRES (Imposta sul Reddito delle Società) e sono concesse nel caso in cui si eseguano interventi volti ad aumentare il livello di efficienza energetica di un edificio esistente.

Le detrazioni vengono riconosciute nei casi in cui le spese siano state sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Chi può usufruirne?

La detrazione può essere richiesta da tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto dell’intervento.

In particolare:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale

 

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione fiscale anche:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • i condomini, relativamente agli interventi sulle parti comuni condominiali
  • gli inquilini
  • coloro che hanno l’immobile in comodato.

 

La certificazione necessaria per beneficiare dell’agevolazione

Per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali previste è necessario acquisire alcuni documenti:

  • l’asseverazione, ovvero il documento che dimostra che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti
  • l’attestato di certificazione energetica, che comprende i dati relativi all’efficienza energetica propri dell’edificio. La certificazione viene prodotta solo dopo l’esecuzione dei lavori e in caso di utilizzo delle procedure e delle metodologie approvate dalle Regioni.
  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati

 

Per maggiori informazioni in allegato: